i
SPG

Progetto:   Giovanni Vaccarini

Cronologia:   progetto:2010  realizzazione:2016

Collaboratori:   Francesca Di Giannantonio, Alice Cerigioni, Luisa Di Blasio, Ida Blasioli, Anthony Bove, Alfonso Di Felice, Matteo Mucciante, Daniele Silvestri, Giuditta Maria Lelli

Committente:   Société privée de Gérance

Località:   Ginevra_Svizzera

 

La struttura del complesso per uffici SPG è costituita principalmente da uno scheletro di pilastri e solette in cemento armato, sul quale vengono appese delle cellule prefabbricate che costituiscono il curtain wall.
Le singole cellule compongono una facciata dalla doppia pelle, un sistema che da un lato permette di areare in modo naturale l’involucro dell’edificio dall’altro lato costituisce uno schermo contro l’irradiamento solare. Il sistema di ventilazione perimetrale è stato combinato con un impianto d’areazione forzata interno, e riduce comunque il consumo energetico dell’edificio se si paragona a quello di una facciata di tipo tradizionale.

La suddivisione della facciata in moduli prefabbricati, allineati a ogni piano lungo una banda orizzontale, assicura flessibilità nella disposizione delle partizioni interne e rende possibile collocare una parete ogni 1,5 metri. I pannelli di vetro, grazie alla puntinatura della serigrafia, fungono da brise soleil, garantendo al tempo stesso trasparenza e visibilità. 

La facciata ventilata corrisponde alla possibilità di spostare il sistema di areazione sul perimetro esterno di un edificio, e quindi offre l’opportunità di liberare i soffitti dei singoli piani dall’ ingombro di grosse canalizzazioni e controsoffittature.
 

Il Concept cromatico delle facciate, l’astratto schema compositivo delle tessere di vetro, prende le fila da uno studio di analisi sul contesto urbano e sull’area di progetto. I colori “elementari”; l’articolata composizione cromatica dei singoli moduli e l’alternanza fra vetri fissi e mobili, ha prodotto un numero di 70 elementi differenti fra loro.